Saguaro saguaro o

Carnegiea gigantea nel suo habitat

Pochi cactus sono così popolari come il La gigantesca carneficina. Molto meglio conosciuto come Saguaro o Sahuaro, è una specie a crescita molto lenta con la capacità di stupire chiunque vada a vederlo nel suo habitat naturale: il deserto di Sonora.

Non è affatto facile trovarlo in vendita nei vivai, e quando la fortuna finalmente ci sorride, il prezzo potrebbe sorprenderci non poco. E può costare 1 euro al centimetro. Far crescere una bellezza così richiede molta, molta pazienza. Per darti un'idea di quanto ti serve, devi sapere che ci vogliono 30 anni per raggiungere un metro di altezza. Incredibile vero?

Saguaro esemplare adulto in habitat

La gigantesca carneficina È il nome scientifico dato al cactus colonnare più alto del deserto di Sonora, e probabilmente del mondo. La specie fu descritta da Britton & Rose e pubblicata su Kakteenkunde nel 1937, da allora iniziò a diventare molto popolare tra gli amanti dei cactus.

Ha un fusto colonnare che può facilmente raggiungere i 12 metri e anche di più, e il cui diametro è di 65 cm. Di solito ha rami in un numero massimo di 7, ma non è raro trovarlo come un unico stelo. Questo fusto è formato da 12 a 24 coste ben armate di spine, quelle radiali di 12 cm e quelle centrali di 3 e 6 cm. Questi sono di colore marrone, ma con l'invecchiamento della pianta diventano bianchi. Ha un'aspettativa di vita di circa 300 anni.

Fiori di cactus Saguaro

Gli esemplari adulti fioriscono dalla primavera all'inizio dell'estate. I suoi grandi fiori bianchi sono notturni. Si aprono al tramonto e si chiudono all'alba. I pipistrelli hanno il compito di impollinarli, un fatto che provoca la formazione di un frutto rosso e commestibile che termina la maturazione alla fine della stagione estiva.

In coltivazione il saguaro È un cactus che per crescere bene ha bisogno di un substrato che abbia un ottimo drenaggio (come la pomice), molto sole e, soprattutto, poca irrigazione. Bisogna cercare di far asciugare completamente il substrato che vi mettiamo sopra prima di annaffiare, altrimenti marcirebbe subito. Allo stesso modo, dobbiamo pagarlo durante la primavera e l'estate con fertilizzanti per cactus, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.

Giovane Saguaro o Carnegiea gigantea

In linea di massima non dovremo preoccuparci del freddo, visto che resiste bene al gelo fino a -9ºC una volta acclimatato. Ma se è giovane, meglio proteggerlo dal gelo e soprattutto dalla grandine.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

0 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.