Famiglia Crassulaceae

La Crassula ovata appartiene alla famiglia delle Crassulaceae

Tutte le specie di animali e piante appartengono a quella che è nota come famiglia. Se parliamo del regno vegetale, questa sarà la botanica. Ebbene, di tutte le famiglie che esistono nel mondo delle succulente, probabilmente quella che ha più importanza, per avere specie preziose e molto facili da curare, è la Crassulacee.

Si stima che ne esistano circa 1400 differenti (senza contare cultivar e ibridi), che fanno parte di 35 generi. E sebbene si trovino principalmente nell'emisfero settentrionale e nell'Africa meridionale, diremmo che è (quasi) impossibile non averne in nessuna collezione di piante grasse, in qualsiasi parte del mondo.

Quali sono le caratteristiche delle Crassulaceae?

Le Crassulaceae, o Crassulaceae, sono piante erbacee, subarbustive, arboree e, raramente, acquatiche. La maggior parte delle specie vive in regioni aride o semiaride, dove l'acqua è scarsa e le temperature possono essere molto elevate. Di conseguenza, le foglie diventano serbatoi del prezioso liquido, grazie al quale rimangono in vita nei momenti più difficili.

Queste foglie sono semplici, ma la disposizione varia da una specie all'altra: alcune sono alterne, altre opposte, alcune rosette basali ... Il colore può anche essere diverso, sebbene sia normale che siano di una tonalità verdastra. Quanto ai fiori, sono ermafroditi, generalmente biancastri, e i frutti sono essiccati, in capsule o follicoli. All'interno contengono piccoli semi di colore scuro.

Come fanno la fotosintesi? Metabolismo CAM

Queste piante fotosintetizzano in modo diverso rispetto, ad esempio, agli alberi o agli arbusti che di solito vediamo nei giardini. Quando si vive in zone dove le temperature sono molto alte durante il giorno, il risparmio idrico è fondamentale.

Così, si sono evoluti per la fotosintesi in due fasi: i notturni, in cui assorbono anidride carbonica e la immagazzinano nei vacuoli come acido malico; e il diurno, in cui questo acido viene rilasciato nelle piante per formare carboidrati, che sono il loro cibo.

Generi principali della famiglia delle Crassulaceae

I generi più importanti e popolari di crassulaceae sono i seguenti:

Adromisco

Gli Adromischus sono piante succulente

Immagine - Wikimedia / Petar43

Gli Adromischus sono piante succulente molto piccole, che raggiungono i 2-5 centimetri di altezza al massimo, endemico dell'Africa meridionale. Le foglie sono carnose, tondeggianti, vegetali o cuneiformi. I suoi fiori emergono dal centro di ogni individuo, formano una spiga.

Ci sono circa 28 specie accettate, di cui la Adromischus cooperi è il più comune.

aeonio

Gli aeonium sono piante subarbustive

I aeonio Sono un genere di piante subarbustive originarie principalmente delle Isole Canarie, ma anche di Madeira, del Marocco e della parte orientale dell'Africa. Le sue foglie sono più o meno piatte, di colore verde o brunastro., e sviluppano solitamente un fusto di circa 30 centimetri di altezza mediamente.

Ci sono 75 specie accettate, la specie tipo essendo Arboreo di Aeonium.

Cotiledone

Il Cotiledone fa parte della famiglia delle Crassulaceae

Immagine - Wikimedia / JMK

i cotiledoni sono piante endemiche dell'Africa meridionale, le cui foglie sono carnose e di colore e forma molto diversi (Ci sono verdi, glauchi, arrotondati o allungati, ecc.). Alcuni possono raggiungere un'altezza di 60 centimetri. I fiori nascono da un gambo di fiore e di solito sono arancioni.

Ci sono 12 specie accettate, la più nota è la Cotiledone orbiculata.

crassula

La Crassula è una pianta succulenta arbustiva

Il genere Crassula è rappresentato in molte parti del mondo, ma le varietà più coltivate provengono dal Sud Africa. Possono raggiungere un'altezza di 20 centimetri o fino a 2,5 metri. Le foglie sono carnose, sempreverdi o caduche, ei fiori sono raggruppati in infiorescenze.

Ci sono un totale di 620 specie. Di questi, alcuni dei più popolari sono Crassula ovata y Crassula arborescens.

echeveria

Echeveria sono crassulaceae perenni

Il genere di echeveria È uno dei preferiti, da quello che ho potuto verificare partecipando ai forum di piante, oltre che ai gruppi Facebook di piante grasse. Sono erbacee che vivono negli Stati Uniti sudoccidentali, in Messico, nell'America centrale e nel nord del Sud America. Le foglie sono carnose, un po' arrotondate e di vari colori (verdastro, bluastro, rosa). Dal centro di ogni rosetta germoglia uno stelo floreale, anche carnoso, con fiori ermafroditi di colore rosso, arancio, giallo, bianco, verde o rosa.

Si stima che ci siano 393 specie, essendo la specie tipo Echeveria coccinea. Per crescere su un terrazzo, consigliamo Echeveria elegans, echeveria laui e / o echeveria subrigida.

Kalanchoe

La Kalanchoe è una crassulacea perenne

Immagine - Wikimedia / Forest e Kim Starr

Le Kalanchoe sono arbusti o erbacee, generalmente perenni anche se vi sono alcune annuali o biennali, originarie sia del Vecchio che del Nuovo Mondo, sebbene siano particolarmente abbondanti in Madagascar. Raggiungono altezze che non superano il metro o possono raggiungere i 6 metri. Le foglie sono carnose, di colore verdastro e i bordi sono seghettati, increspati oa forma di dente. I suoi fiori appaiono in pannocchie, corimbi o cime e sono di colore arancio o rossastro.

Ci sono 125 specie, quelle che abbiamo selezionato per te sono le seguenti: Kalanchoe beharensis, Kalanchoe orgyalis y kalanchoe pinnata.

sedo

Sedum è un genere di piante crassulacee

Il genere Sedum è costituito da piante annuali o perenni che vivono nelle regioni temperate o addirittura fredde di tutto il mondo. Le foglie sono carnose, piatte o cilindriche, di vari colori. I fiori sono ermafroditi, di solito di colore giallo.

Ci sono circa 400 specie accettate, come la Sedum o Album di Sedum.

Sempervivum

I Sempervivum sono piante erbacee succulente

Finiamo con il genere Sempervivum. È originario dell'Europa occidentale e cresce formando rosette di foglie carnose, più o meno triangolari, di colore verdastro. I fiori sono raggruppati in infiorescenze e sono gialli, rossastri o rosa a seconda della varietà. Dopo la fioritura, quella rosetta muore.

Ci sono circa 30 specie, di cui segnaliamo Sempervivum arachnoideum y tetti sempervivum.

Cosa ne pensate delle piante della famiglia delle Crassulaceae?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Renè Cruz suddetto

    È una famiglia con specie eccellenti, di cui dovrebbe essere indagato più a fondo l'uso medicinale