Epiphyllum anguliger

L'Epiphyllum anguliger è un cactus sospeso

Immagine - Flickr / Booman Floral

Ci sono molti cactus che possono essere usati come piante pendenti, ma il Epiphyllum anguliger è molto speciale. I suoi steli sono molto appariscenti e poiché rimangono verdi a lungo, la pianta sembra sempre bella.

Per questo motivo viene spesso utilizzato per decorare gli interni delle case, poiché inoltre non ha bisogno di tanta luce come altri cactus. Così che, vediamo quali sono le sue caratteristiche e cura.

Origine e caratteristiche di Epiphyllum anguliger

El Epiphyllum anguliger è un cactus epifita endemico del Messico. È una pianta che raggiunge un'altezza approssimativa di 20 centimetri, con fusti lobati e molto ramificati lunghi fino a 30 centimetri e larghi fino a 5 centimetri. Questi sono verdi, con una superficie liscia e hanno areole da cui possono spuntare 1 o 2 setole bianche - non sempre.

I suoi fiori sono bianchi e di buone dimensioni: misurano 20 centimetri di lunghezza per 7 centimetri di larghezza. Sono notturni e aromatici. Il frutto è ovoidale, di circa 4 centimetri di diametro, verde, marrone o giallo. E i semi sono piccoli e di colore scuro.

Prendersi cura di Epiphyllum anguliger

L'Epiphyllum anguliger è un cactus epifita

Immagine - Wikimedia / Zapyon

Vuoi sapere come prenderti cura di questo cactus? Se hai intenzione di acquistarne uno o lo hai già fatto, ti parleremo di ciò di cui hai bisogno per essere in salute:

Clima

È una pianta tropicale, tipica dei boschi di montagna dove vive in aree leggermente protette. Essendo epifita, la troveremo crescere sui rami di altre piante più grandi, come gli alberi.

Le temperature devono essere mantenute tra un minimo di 10°C e un massimo di 25°C., sebbene possa sopportare valori più alti se si trova in un luogo riparato dal sole.

Posizione

  • Interno: Il Epiphyllum anguliger È un cactus che ha bisogno di molta luce, ma non deve darla direttamente. Per questo motivo è una delle specie di cactus che meglio si adatta all'interno della casa. E per questo è molto importante che venga posizionato in una stanza dove entra molta luce. Certo: non deve essere vicino alla finestra o vicino a dove ci sono le porte, altrimenti avrebbe problemi, vuoi per il sole che passa attraverso il vetro, vuoi per le correnti d'aria che si generano all'apertura / chiudi le porte e passa il cactus.
  • Esterno: se non ci sono gelate, o se vuoi stare fuori per qualche mese, devi metterla in una zona molto luminosa, ma protetta dal sole diretto. In questo modo i suoi steli rimarranno verdi e potrà fiorire senza problemi.

Terreno o substrato

Come un cactus epifita, il terreno deve essere sciolto e leggero in modo che l'acqua possa essere assorbita il più rapidamente possibile. Infatti, se coltivata in vaso, l'ideale sarebbe utilizzare parti uguali di torba con perlite. Inoltre, detto vaso deve avere dei buchi alla base, poiché se non li avesse, l'acqua ristagnerebbe e le radici marcirebbero.

Se deve essere tenuto in giardino, sarà altrettanto importante che cresca in terreni ben drenati e fertili, poiché se così non fosse, finirebbe per avere problemi a causa dell'eccesso di umidità.

irrigazione

Innaffieremo in media 2 volte a settimana durante l'estate, lasciando asciugare il substrato tra un'annaffiatura e l'altra. Il resto dell'anno, poiché non cresce allo stesso ritmo, non avrà bisogno di essere annaffiato tanto, poiché anche il terreno impiega più tempo ad asciugarsi. Pertanto, annaffieremo una volta alla settimana o anche meno, tutto dipende dal nostro clima.

Dovresti usare l'acqua piovana quando possibile e versare acqua sul terreno fino a quando non è completamente inzuppato. Evita di bagnare gli steli del cactus poiché potrebbero finire per marcire.

Abbonato

Pagheremo a Epiphyllum anguliger durante i mesi più caldi dell'anno. Si consiglia di utilizzare fertilizzanti liquidi, poiché hanno un'efficienza più rapida. Ma funzioneranno anche granuli o polveri.

Non appena lo applichi, leggi l'etichetta per sapere esattamente quale dose prendere, e se deve sciogliersi in acqua prima o no. Troppo compost causerebbe gravi ustioni alle radici e gli steli ne soffrirebbero.

Moltiplicazione

Epiphyllum anguliger si moltiplica per semi e talee

Immagine - Wikimedia / Stuart

Il modo più veloce è moltiplicarlo per talea in primavera. Li taglieremo semplicemente e li pianteremo in un vaso con terreno di cactus (in vendita qui) seppellendo un po' la base. Radicheranno dopo un paio di settimane al massimo.

Un'altra opzione, ma più lenta, è dai semi, anche in quella stazione. Anche se perché una pianta dia, ci deve essere un'altra della stessa specie (o genere, se si vogliono fare ibridi) che fiorisce allo stesso tempo, perché solo così potremmo passare un pennello attraverso un fiore di un esemplare attraverso un altro dei altro, e così noi impollinare. Se questo non è fattibile, non preoccuparti: sicuramente puoi ottenere i semi in un vivaio della tua zona, oppure online.

Una volta che li avremo, li semineremo in vasi forati alla base pieni di torba con perlite in parti uguali. Non li copriremo molto: basterà che abbiano un po' di terra sopra. Né dovrebbero essere molto vicini l'uno all'altro. Metteremo il semenzaio in mezz'ombra, e lo terremo umido ma non impregnato d'acqua. Se tutto va bene, tra un mese germoglieranno.

Parassiti e malattie

È un cactus resistente a parassiti e malattie. Il loro principale nemico sono le lumache e le lumache, che divorano gli steli della pianta come noi facciamo con i dolci. Non lasciano nulla. Pertanto, i molluschicidi devono essere utilizzati come Nessun prodotto trovato. (Fare attenzione se ci sono animali domestici, in quanto è tossico per loro), oppure proteggendoli con zanzariere o all'interno della casa.

Ma se sovraccaricato, i funghi lo danneggeranno. Diventerebbe molle, potrebbe anche marcire; quindi è necessario lasciare asciugare il terreno. E se diventa molle, o se compare muffa grigia o biancastra, tagliare le parti interessate e trattare con fungicida.

Rusticità

La temperatura più bassa supportata è 10ºC.

Dove comprare?

Puoi ottenere la tua copia cliccando qui:


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Tappetini Asplund suddetto

    Ho letto di Epiphyllum angulier, in svedese. La traduzione svedese era piuttosto scadente. Per le persone che non sono abituate a leggere altre lingue (e sulle piante), sarà difficile capire gran parte del testo.
    Cordiali saluti, MA