Eriosyce

Gli Eriosyce sono cactus a crescita lenta

Immagine - Wikimedia / Wer?Du ?!

Cactus del genere Eriosyce sono uno dei più speciali. Il loro tasso di crescita è lento, ma ciò non impedisce loro di essere uno dei più apprezzati dagli appassionati di questo tipo di pianta. Certo, è abbastanza facile: ci sono molte specie che rimangono piccole e la maggior parte, se non tutte, producono bellissimi fiori.

Il genere è composto da circa 35 specie che vivono nelle regioni aride del Perù meridionale, del Cile settentrionale e dell'Argentina centro occidentale. Negli anni il suo nome è cambiato, ma non le sue caratteristiche fisiche. Così che, Vediamo come sono e che cure richiedono queste piante.

Origine e caratteristiche dell'Eriosyce

L'Eriosyce crescere in Sud America, soprattutto in Cile, motivo per cui tra i collezionisti vengono spesso classificati all'interno del gruppo dei 'cactus cileni'. In questo gruppo sono le specie che troviamo in quel paese, che tendono ad essere a crescita molto lenta poiché le condizioni in cui vivono sono piuttosto estreme, tanto che è più importante fare tutto il possibile per evitare la perdita d'acqua che crescere . Pertanto, nella coltivazione possono dare l'impressione di non aver coltivato nulla negli anni.

E, inoltre, le sue radici non trovano molti nutrienti nel terreno, poiché queste piante si trovano nel deserto e nelle zone vicine, e nei terreni rocciosi o sabbiosi. Per sopravvivere, si sono evoluti per sviluppare una radice principale molto spessa e conica chiamata pivoting, che è responsabile dell'immagazzinamento di acqua e sostanze nutritive. che manterrà in vita la pianta in tempi di scarsità. Tuttavia, i loro corpi globosi, spesso armati di numerose spine, possono raggiungere un'altezza fino a 1 metro; anche se la maggior parte non supera i 50 centimetri.

Un'altra caratteristica molto interessante è la sua capacità di fiorire in tenera età. Certo, non vogliamo darvi illusioni invano: per un Eriosyce, »precoce» significa dai 4, 5 o 6 anni. E questo dipenderà molto dalla specie oltre che dalle condizioni in cui vivrà: quelli che sono più grandi da adulti, impiegheranno più tempo a produrre i primi fiori. Sono compaiono sulla parte superiore del corpo e possono essere di colore giallo, arancione, rosa.

Principali specie di Eriosyce

Le specie di Eriosyce più popolari sono:

Eriosyce aurata

Veduta di Eriosyce aurata in habitat

Immagine - Wikimedia / Wer?Du ?!

È endemico del Cile, dove riceve il nome di sandillon o sede della suocera (da non confondere con il Echinocactus grusonii, una specie che riceve anche quel nome comune). Il suo corpo è sferico, anche se col tempo diventa colonnare, raggiungendo fino a 1 metro di altezza.. Le sue spine sono ambrate, giallo brillante o nere.

eriosyce smeraldo

Veduta dello Smeraldo Eriosyce

Immagine - Wikimedia / Michael Wolf

È endemico del Cile, in particolare di Atacama e Antofagasta. È un cactus dal corpo brunastro, con un diametro di 3-4 centimetri e un'altezza simile. Le sue spine sono molto sottili, di colore da marrone a nero. I fiori sono giallastri o rossastri e misurano 2-3 centimetri.

Eriosyce senilis

Veduta dell'Eriosyce senilis

Immagine - Wikimedia / Marco Wentzel // Eriosyce senilis subsp. coimasensis

È una specie endemica del Cile, di piccole dimensioni, fino a 18 centimetri di altezza per un massimo di 8 centimetri di diametro. Tutto il suo corpo è protetto da spine molto fitte, bianche e brunastre/nerastre. a seconda della varietà. Per quanto riguarda i fiori, sono di colore rosa porpora e misurano circa 2 centimetri di diametro.

Eriosyce Napina

Eriosyce napina produce fiori di colore chiaro

Immagine - Wikimedia / Florentin Guitton

È una pianta originaria della regione di Atacama, in Cile. Il suo corpo è piccolo, poiché non supera i 6 centimetri di altezza o i 5 centimetri di larghezza. Questo è di colore verde o marrone, anche se spesso è marrone-grigiastro e ha spine corte e di colore scuro. I suoi fiori hanno un diametro di 4-6 centimetri e possono essere di vari colori: rosa, rosso, giallo o bianco.

eriosyce occulta

L'Eriosyce occulta è un piccolo cactus

Immagine - Wikimedia / CT Johansson

Endemico del Cile settentrionale, questo cactus di soli 5 centimetri di diametro per circa la stessa altezza ha un corpo brunastro o verdastro, con spine lunghe o quasi inesistenti. È molto, molto variabile, quindi può essere abbastanza difficile da riconoscere. I fiori sono di circa 4 centimetri e di solito sono bianchi o bianco-giallastri.

Quali sono le loro preoccupazioni?

Se vuoi coltivare questi cactus e farli crescere bene, ti consigliamo di seguire i consigli che offriamo di seguito:

Posizione

Gli Eriosyce sono cactus solari, quindi è molto importante che ti ci abitui il prima possibile.. Solo le piantine avranno bisogno di un po' di protezione, ma anche così, l'intera area in cui si trovano deve essere luminosa, altrimenti il ​​loro sviluppo non sarà come previsto.

Terra

Veduta dell'Eriosyce curvispina

Immagine - Wikimedia / Selso // Eriosyce curvispina

  • Vaso di fiori: è necessario utilizzare supporti tipo pomice (in venditaon qui) o simili. L'uso di torba o pacciamatura rappresenta un rischio per questi cactus, poiché non resistono all'umidità in eccesso.
  • Giardino: se vogliamo piantarli in giardino, ad esempio in un giardino roccioso, dovremo tener conto anche di questo. Se la terra si accumula facilmente, faremo un buco grande, di circa 50 x 50 cm almeno, copriamo i lati con un pezzo di rete ombreggiante (ad esempio) e poi lo riempiamo di pomice.

irrigazione

Devi annaffiarli molto di tanto in tanto. Sono piante che durante l'estate possono necessitare di una, forse due annaffiature a settimana se l'ambiente è molto caldo (+ 35ºC) e secco., ma in inverno non ci sarà quasi nessuna annaffiatura, a parte dare loro qualche annaffiatura sporadica una volta al mese o altro.

Naturalmente, quando innaffiamo, dobbiamo versare acqua su di loro fino a quando tutta la terra è ben inumidita. In questo modo l'acqua raggiungerà bene tutte le sue radici.

Abbonato

Durante la primavera, e se vuoi anche in estate, puoi pagare con un fertilizzante liquido specifico per cactus (in saldo qui) seguendo le istruzioni.

trapianto

Poiché la loro crescita è lenta, raramente dovranno essere trapiantati. Lo faremo solo quando li compreremo purché arrivino ben radicati (e solo se è primavera o estate), e di nuovo a 3-5 anni. Le specie piccole non avranno bisogno di più di 3 o 4 trapianti nella loro vita.

Echinofossulocactus prima del trapianto
Articolo correlato:
Come trapiantare un piccolo cactus?

Rusticità

Resistono per breve tempo a temperature prossime ai 50ºC e al gelo fino a -5ºC. Anche così, consigliamo di non esporli a questi valori poiché soprattutto se sono giovani possono avere difficoltà.

Veduta dell'Erriosyce bulbocalyx in fiore

Immagine - Wikimedia / Anatoly Mikhaltsov // Eriosyce bulbocalice

Cosa ne pensi dell'Eriosyce? Ti piacciono o preferisci gli altri?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.