Foglio di Mammillaria vetula

mammillaria vecchia

I piccoli cactus sono carini. Insisto: carino. Stanno benissimo in vaso, dal momento che puoi anche piantarli in quelli che hai progettato (o riprogettato) tu stesso. Per questa ragione, mammillaria vecchia è una delle specie più popolari.

Prova ne è che è molto, molto difficile che manchi in qualsiasi collezione: anche chi si prende cura di queste piante da anni -me compreso- ne ha un esemplare! Allora cosa aspetti a prenderne uno? Dai un'occhiata a questo articolo e lasciati sorprendere.

Com'è

Mammamillaria gracilis

Mammillaria vetula ssp gracilis

mammillaria vecchia è il nome scientifico di a cactus endemico di Guanajuato, Hidalgo e Querétaro in Messico. È stato descritto da Carl Friedrich Philipp von Martius e pubblicato in Novorum Actorum Academia Caesareae Leopoldinae-Carolinae Germanicae Naturae Curiosorum nell'anno 1832.

È caratterizzato dallo sviluppo steli verdi sferici o cilindrici che raggiungono un'altezza fino a 10 centimetri. Le areole possono avere o meno un po' di lana, e da esse sorgono le spine bianche, dritte e appuntite, lunghe da 3 a 10 millimetri.

I fiori sono di colore giallo chiaro e lunghi fino a 17 millimetri. Una volta impollinati, matura il frutto, che è di colore da bianco a verdastro e all'interno del quale troveremo semi neri molto piccoli.

Quali sono le loro preoccupazioni?

Mammillaria vetula ssp gracilis cv Arizona Snowcap

Mammillaria vetula ssp gracilis cv Arizona Snowcap

Questo è un cactus che deve essere posizionato in pieno sole per poter avere una buona crescita. Sarà necessario tenerlo in mezz'ombra per un breve periodo di tempo solo se è stato allevato in serra, al riparo dal re delle stelle. Ma in aggiunta, dovrai ricevere una o due irrigazioni a settimana durante l'estate e un'altra ogni 15 o 20 giorni il resto dell'anno.

Dall'inizio della primavera alla fine dell'estate/inizio autunno si consiglia vivamente di concimare con un fertilizzante liquido per cactus, seguendo le indicazioni riportate sulla confezione del prodotto. In questo modo potrà svilupparsi bene e prosperare anno dopo anno.

E a proposito, sebbene sia una piccola pianta, il mammillaria vecchia richiederà un trapianto ogni 2-3 anni. Più che altro sarà necessario rinnovare parzialmente il substrato -che può essere un substrato di coltivazione universale miscelato con il 30% di perlite-.

Per il resto, devi sapere che resiste fino a -3ºC.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Miguel Arcangelo De Girolamo suddetto

    Buon pomeriggio. Un piacere salutarti. Non prendo molto sole sul mio balcone. Posso ancora localizzarli in quel posto? Dentro casa vero? Ottimi i tuoi commenti. Saluti da Wilde Avellaneda Provincia di Buenos Aires Argentina

    1.    Monica Sanchez suddetto

      Ciao Miguel Angel.
      Grazie per le tue parole 🙂
      I cactus stanno meglio fuori. All'interno della casa andranno bene se hai un patio interno soleggiato, o qualcosa di simile, come una stanza in cui ci sono finestre attraverso le quali entra la luce.
      Saluti.