Fichi d'India (Opuntia ficus-indica)

L'Opuntia ficus-indica è un cactus a crescita rapida

La Opuntia ficus-indica È un cactus arbustivo che può crescere abbastanza velocemente anche quando il clima è secco e il terreno è povero di sostanze nutritive. Per questo motivo è una delle piante diventate invasive in molti paesi, soprattutto nel sud della Spagna.

Ma questo non deve essere un inconveniente, almeno non troppo grave. Ha diversi usi in gastronomia, motivo per cui la sua coltivazione è consentita in determinate zone.

Origine e caratteristiche di Opuntia ficus-indica

Il fico d'india è un cactus arbustivo

Immagine - Wikimedia / Diego Delso

La Opuntia ficus-indica è un cactus arbustivo che appartiene al genere Opuntia. È originario del Messico, anche se si può trovare sia nelle praterie del Canada meridionale che nello Stretto di Magellano (sud del Cile). Fu introdotto in Europa tra il XV e il XVI secolo dai cosiddetti conquistatori spagnoli.

È caratterizzato dal raggiungimento di un'altezza approssimativa di 5 metri. Non ha foglie in quanto tali, ma ha segmenti noti come cladodi o gambi più o meno piatti, ovali e verdi.. Dalle sue areole spuntano due tipi di spine: quelle centrali, più lunghe e dure, e quelle radiali, molto più fini e corte. Questi ultimi sono quelli che si attaccano facilmente alla pelle e/o ai vestiti semplicemente toccandoli.

Quanto ai fiori, spuntano all'apice degli spicchi, una volta all'anno, e sono gialli o rossastri. Il frutto è una bacca che ha una forma ovale e misura circa 5-7 centimetri di diametro per 5-11 centimetri di lunghezza.

È popolarmente conosciuto come il fico, il tonno, la palera o il fico d'india, ed è uno dei cactus che si possono utilizzare di più.

A cosa può servire il fico d'india?

Il fico d'india è un cactus a crescita molto rapida che ha usi importanti in tutto il mondo. Ad esempio:

Usi gastronomici

Ecco com'è. È una pianta commestibile. I segmenti giovani possono essere consumati in insalata; sì i frutti sono molto usati come dolci, oltre che per preparare salse e marmellate. Hanno un sapore dolce molto gradevole, e possono essere consumati freschi senza alcun problema.

Usi medicinali

I fichi d'India, come sono conosciuti in Spagna, sono i frutti del Opuntia ficus-indica, e sono molto nutrienti. Contengono vitamine A, C, B1, B2 e B3, oltre a calcio, ferro, fosforo e zinco. Per questa ragione, È interessante includerli nella dieta in quanto ci aiuterà ad avere un sistema immunitario più forte. 

Per quanto riguarda gli spicchi, se sono freschi e scaldati in forno, allora possono essere usati come emollienti. Per fare questo, si preparano i cataplasmi e si posizionano nell'area richiesta dopo averli lasciati raffreddare un po'.

Altro

Altri usi del fico d'india sono:

  • Nei cosmetici: i prodotti per il trucco sono realizzati con esso.
  • Serve per allevare cocciniglie rosse (nome scientifico: Dactylopius cocco), che si nutre della sua linfa. Così facendo si ottiene un colorante che viene utilizzato come colorante.
  • In passato veniva usato come giocattolo, unendo due segmenti arrotondati con dei bastoncini.
  • Attualmente, È presente sia nella bandiera che nello stemma del Messico.

Perché è invasivo?

Il fico d'india o Opuntia ficus indica è un fico d'India

La Opuntia ficus-indica è una specie a crescita molto rapida, che è riuscita a naturalizzare soprattutto nella regione mediterranea. Lì, le temperature miti, calde d'estate, e le piogge che cadono solitamente solo in primavera e in autunno, danno alla pianta ciò di cui ha bisogno per crescere.

A ciò si aggiunge il fatto che quando un segmento cade a terra, mette presto radici e inizia a svilupparsi. E questo è un problema per le piante autoctone, che generalmente crescono più lentamente. Quindi, a meno che non si faccia qualcosa per impedirlo, un singolo esemplare di fico d'India può finire per distruggere l'ecosistema di una certa area.

Per questo motivo, dal 2013 è incluso nel Catalogo spagnolo delle specie esotiche invasive, con il nome Opunzia massima Miller, che è uno dei sinonimi di Opuntia ficus-indica. Ne consegue che ne è vietato il possesso, il traffico, il trasporto e ovviamente anche l'immissione in natura.

Anche se ci sono eccezioni. Essendo commestibile, in Spagna è consentito coltivarlo purché non venga introdotto nell'ambiente naturale e sia controllato.

Quali sono le cure del cactus?

Tenendo conto di quanto appena detto, vi diremo quali Opuntia ficus-indica poter stare bene. Ma prima di tutto ci teniamo a sottolineare che non si può dimenticare che si tratta di una specie con potenziale invasivo, motivo per cui è estremamente importante averlo in un'area dove sappiamo che non causerà danni.

  • Posizione: devi metterlo all'esterno, in modo che possa dare luce solare diretta.
  • Terreno o substrato: è un po' indifferente, ma deve assorbire l'acqua velocemente.
  • irrigazione: se è in vaso, andrà annaffiato di tanto in tanto, lasciando asciugare il substrato prima di annaffiare nuovamente; ma se è in giardino dovrai preoccupartene solo per il primo anno.
  • Potatura: puoi potarlo in primavera o in estate, ma attenzione alle spine.
  • parassiti: le cocciniglie sono un parassita che fa più danni, ma si elimina con farina fossile (in vendita qui) o con un anti-cocciniglia (in vendita qui). Dovresti anche tenere d'occhio il caracoles.
  • Rusticità: resiste alle gelate fino a -5ºC.

Che ne dici di Opuntia ficus-indica?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.