Rhipsalis bacifera

La Rhipsalis baccifera è un cactus appeso

Immagine - Wikimedia / Salicyna

I cactus appesi non sembrano essere così conosciuti come le piante grasse da poter essere usati come tali. Ma c'è una specie che è molto, molto popolare, per quanto sia curiosa e quanto sia facile mantenersi in salute: il suo nome scientifico è Rhipsalis bacifera.

Assomiglia un po' al vischio, soprattutto quando è in fiore, ma a differenza di questo ha le sue radici e le cure che richiede sono radicalmente diverse, molto più facili per ognuno di noi 🙂.

Origine e caratteristiche di Rhipsalis bacifera

La Rhipsalis baccifera è un tipo di cactus sospeso

È una pianta appartenente alla famiglia delle Cactaceae conosciuta come disciplinare di Cuba, e botanicamente come Rhipsalis bacifera. È originario dell'America centrale e meridionale, nonché dell'Africa. Sviluppa steli pendenti con una lunghezza fino a 1 metro e uno spessore inferiore a 1 centimetro. I suoi fiori sono come palline di circa 1 centimetro, di colore bianco.

Il tasso di crescita è veloce, quindi puoi goderti la bellezza di una pianta adulta in meno tempo di quanto pensi. Inoltre, si moltiplica molto facilmente per talea, ma ne parleremo più dettagliatamente di seguito.

Quali sono le cure di cui hai bisogno?

A volte quando andiamo in un asilo nido siamo colpiti dalla seguente domanda: perché avere un cactus appeso? Ed è che, per quanto amiamo questo tipo di piante, può essere il caso che non sappiamo dove metterli, Giusto. Qualsiasi altro, come una Rebutia, cresce senza problemi in un vaso convenzionale posto su un tavolo o altra superficie piana; ma che dire di quelli con fusti striscianti e/o pendenti?

Bene allora. Una delle possibili risposte è averli sul balcone, lasciando che i suoi steli crescano tra i fori in esso. o in un fioriera di argilla posta su un palo alto. la accanto al tronco di un albero (guidato da un tutor se necessario).

Di tutti i cactus sospesi là fuori, el Rhipsalis bacifera è uno dei migliori adatta vivere in uno di questi ambienti. Ecco perché è così interessante.

Posizione

Sebbene ti abbiamo dato alcune idee sopra, È importante posizionarlo in un'area dove non riceve la luce solare diretta.

Hai anche la possibilità di coltivarlo indoor, ma in questo caso la stanza deve essere molto chiara.

Terra

  • Vaso di fiori: si può riempire con substrato universale misto a perlite in parti uguali, ma si consiglia di più la pomice (in vendita qui) perché faciliterà il rooting. La pentola deve avere dei fori alla base attraverso i quali possa fuoriuscire l'acqua in eccesso.
  • Giardino: cresce in terreni con ottimo drenaggio. Se quello che avete è molto pesante e tende a compattarsi, fate un buco di circa 50 x 50 cm e riempitelo di pomice.

irrigazione

Irrigazione del Rhipsalis bacifera sarà piuttosto scarso, ma non troppo. In modo che non ci siano problemi, l'irrigazione è consigliata solo quando il substrato o il terreno è completamente asciutto; In altre parole, se il clima è temperato-caldo e con poche precipitazioni, ciò significherebbe annaffiare in media 2 volte a settimana in estate e una volta a settimana il resto dell'anno.

Se lo avete in vaso, è preferibile non metterci sotto un piatto, poiché l'acqua che vi rimane può far marcire le radici, a meno che non venga scartato subito dopo l'irrigazione.

Abbonato

La Rhipsalis baccifera è un cactus sospeso che porta fiori bianchi

Immagine - Wikimedia / Salicyna

Dall'inizio della primavera alla fine dell'estate è interessante concimare con un fertilizzante specifico per cactus, sia liquido (in vendita qui) o granulato (in vendita qui). In ogni caso è necessario seguire le istruzioni riportate sulla confezione, altrimenti il ​​rischio di overdose (e quindi di perdere la pianta) sarebbe alto.

Moltiplicazione

El Rhipsalis bacifera si moltiplica molto bene per talea durante la primavera. Per fare ciò, devi seguire questo passo dopo passo:

  1. La prima cosa che devi fare è tagliare uno stelo lungo almeno dieci centimetri con delle forbici precedentemente disinfettate con, ad esempio, alcol da farmacia o altro disinfettante.
  2. Successivamente, la ferita da taglio viene lasciata asciugare per circa 6-8 giorni.
  3. Quindi, un vaso di circa 6,5 ​​cm di diametro - con fori alla base - viene riempito con un pomo e la talea viene piantata al centro.
  4. Infine, il vaso viene annaffiato e posto in una zona luminosa (ma senza sole diretto).

Dopo circa 15-20 giorni inizierà a radicare. Ora dovresti lasciarlo in quel vaso finché non vedi le radici uscire dai fori di drenaggio.

Parassiti e malattie

È resistente in generale. Ma nonostante, lumache e lumache possono farti un bel po' di male, a meno che non siano controllati ad esempio con farina fossile (in vendita Nessun prodotto trovato.).

Spicchi d'aglio
Articolo correlato:
Rimedi casalinghi contro le lumache

Rusticità

Resiste al freddo, ma non al gelo. La temperatura minima che può sopportare è di 0 gradi, anche se è meglio non scendere sotto i 5ºC.

La Rhipsalis baccifera è un cactus sospeso

Immagine - Wikimedia / Krzysztof Ziarnek, Kenraiz

Cosa ne pensi di questo cactus?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.