Regina della notte (Selenicereus anthonyanus)

Il fiore del Selenicereus anthonyanus è grande

Immagine - Wikimedia / Florixc

El Selenicereus anthonynus È un tipo di cactus rampicante ampiamente usato come pianta sospesa. È una di quelle specie di cactus che stanno benissimo sui balconi, ad esempio, oltre che, ovviamente, nei vasi attaccati al soffitto.

Ha una crescita veloce, ma se a ciò aggiungiamo che produce fiori grandi e molto vistosi, sicuramente non potremo resistere alla sua coltivazione. Inoltre, sebbene abbia un'origine tropicale, è in grado di resistere al freddo.

Origine e caratteristiche di Selenicereus anthonynus

El Selenicereus anthonynus, conosciuta come regina della notte, è una specie di cactus originaria del Messico meridionale. Ha caratteristici fusti verdi, lobati, quasi piatti che possono misurare fino a 1 o 1 metri di lunghezza.. Queste sono perenni, ma questo non significa che rimangano sempre sulla pianta, bensì che man mano che ne escono di nuove è normale che le più vecchie diventino prima gialle e poi brunastre fino a completa essiccazione.

I fiori sono molto grandi, 15-17 centimetri di diametro e lunghi 10-12 centimetri.. Sono composti da brattee rosa (falsi petali) all'esterno e crema al centro. Il frutto è ovale e misura 6 centimetri; all'interno troveremo piccoli semi nerastri.

Come ti prendi cura di te stesso?

Il Selenicereus anthonyanus regala fiori molto graziosi

Immagine - Wikimedia / Micropix

coltivare il Selenicereus anthonynus non è difficile. Hai bisogno di uno spazio relativamente piccolo, in quanto può crescere molto bene in vasi di medie dimensioni, all'aperto o al chiuso con luce. Starà benissimo anche arrampicandosi su un tronco d'albero, poiché non lo parassita in alcun modo.

Sebbene non cresca molto, hai la possibilità di ridurre la lunghezza dei suoi steli per mantenerlo più piccolo, ma devi tenere presente che se lo fai è possibile che produca meno fiori. Facci sapere più in dettaglio quali sono le tue esigenze di crescita:

Posizione

  • Esterno: è un cactus che ha bisogno di luce, ma non va dato direttamente perché altrimenti brucerebbe. Per questo motivo è un'opzione ideale per crescere su balconi dove il sole non arriva direttamente, o facendolo arrampicare su un albero.
  • Interno- Non richiedendo tanta luce come altri cactus, può adattarsi bene alle condizioni domestiche o in serra. Certo, è importante che la stanza abbia molta chiarezza, poiché altrimenti perderà colore e forza.

Terreno o substrato

  • Giardino: si svilupperà in terreni sabbiosi con buon drenaggio. Nel caso avessi dei dubbi sul fatto che il tuo terreno sia così, scava una buca di circa 50 x 50 centimetri e riempila d'acqua. Se vedi che la terra lo assorbe velocemente, è un buon segno; ma se passano 10 minuti o più e rimane praticamente uguale a quando l'hai riempito, ti consigliamo di fare un buco di 1 x 1 metro, e riempirlo con pomice, o ghiaia.
  • Vaso di fiori: si consiglia vivamente di utilizzare supporti come pomice, o sabbia da costruzione (detta anche ghiaia, spessa circa 3 millimetri) mista al 40% di torba.

irrigazione

La regina della notte è un cactus rampicante

Immagine - Wikimedia / Frank Vincentz

Irrigazione sarà moderato come di solito. Ciò significa che se nella tua zona ci sono periodi in cui le temperature sono molto alte (25ºC o più durante il giorno) e siccità, sarà consigliabile annaffiare una o due volte a settimana.

Al contrario, nella stagione fredda, con temperature di 15ºC o meno, sarà necessario distanziare molto le innaffiature poiché il Selenicereus anthonynus difficilmente crescerà. Infatti, è in questo momento che la reidratazione della pianta dovrebbe essere maggiormente controllata, poiché è il momento in cui il rischio di marciume è più alto.

Abbonato

In coincidenza con i mesi primaverili ed estivi, pagheremo la regina della notte con fertilizzanti per cactus (in vendita qui). È necessario seguire le istruzioni sul contenitore in modo che svolgano la loro funzione e non ci siano problemi derivati ​​da un possibile sovradosaggio.

Moltiplicazione

Si moltiplica da semi e talee in primavera o in estate. Il passo dopo passo da seguire è il seguente:

semi

  1. Il primo passo è riempire una pentola con fori di drenaggio con terra di cactus.
  2. Successivamente, viene annaffiato fino a quando l'acqua non esce da questi fori.
  3. Quindi, i semi vengono posti sulla superficie, assicurandosi che siano separati l'uno dall'altro.
  4. Successivamente, viene posizionato un piatto sotto la pentola, poiché sarà lì dove verseremo l'acqua ogni volta che il substrato si asciuga.
  5. Infine, lasceremo la pentola vicino a una fonte di calore e al riparo dalla luce solare diretta.

Germineranno in una decina di giorni.

Talee

  1. Per moltiplicarlo per talea bisogna recidere uno stelo con delle forbici disinfettate.
  2. Successivamente lo lasceremo per circa 7 giorni in un luogo asciutto e protetto affinché la ferita si rimargini.
  3. Trascorso tale tempo, riempiremo un vaso di circa 6,5 ​​o 8,5 centimetri di diametro con terriccio di cactus e lo innaffieremo consapevolmente.
  4. Quindi, facciamo un piccolo foro al centro e piantiamo la talea. Questo idealmente è un po' sdraiato, in modo che radica meglio.
  5. Infine, posizioneremo il vaso in una zona luminosa (ricordate: senza luce diretta), e annaffieremo man mano che il substrato perde la sua umidità.

Se tutto va bene, in circa 15 giorni avremo una nuova pianta, ma la lasceremo in quel vaso fino a quando le radici non usciranno dai buchi.

Potatura

Può essere potato in primavera, o meglio dopo la fioritura, utilizzando forbici pulite e disinfettate.

trapianto

El Selenicereus anthonynus è trapiantato durante la primavera, e solo se ha già radicato completamente al punto che le sue radici sporgono dai fori del vaso e/o si vede ad occhio nudo che ha esaurito lo spazio.

Rusticità

Resiste a deboli gelate fino a -1,1ºC.

La regina del cactus notturno è una scalatrice

Immagine - Wikimedia / RDPixelShop

Cosa ne pensi del file Selenicereus anthonynus? Ti piace?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.