Epifillo

L'Epiphyllum è un cactus epifita

Immagine - Wikimedia / Cristóbal Alvarado Minic

Cactus del genere Epifillo Sono caratterizzati da molte cose, ma soprattutto dai loro magnifici fiori. Questi sono grandi, generalmente bianchi e con un'aspettativa di vita molto limitata.

Sono piante a crescita rapida, che sono ideali per crescere in un grande vaso, o nel tronco di un albero. Certo, hanno uno svantaggio e cioè che non resistono molto al freddo. Ma anche questo può essere facilmente risolto mettendoli in casa.

Origine e caratteristiche dell'Epiphyllum

L'Epifillo sono cactus epifiti originari dell'America centrale note come orchidee cactus o signora della notte. Il genere è composto da circa 19 specie popolarmente chiamate orchidea cactus. Sviluppano steli allungati e quasi piatti da 1 a 5 centimetri di larghezza e da 3 a 5 millimetri di spessore.

Y i suoi fiori hanno un diametro compreso tra 8 e 20 centimetri. Si aprono di notte e possono essere bianchi o rossi. Il frutto è commestibile, ma è lungo solo circa 4 centimetri. Contiene numerosi piccoli semi nerastri.

Specie principali

Delle quasi venti specie di Epiphyllum che sono state descritte, la realtà è che solo poche hanno interesse commerciale, e sono:

Epiphyllum anguliger

L'Epiphyllum è una pianta che produce fiori grandi

Immagine - Wikimedia / Zapyon

El Epiphyllum anguliger è una specie endemica del Messico, con fusti molto ramificati e lobati. Ogni segmento dello stelo è lungo circa 30 centimetri per 3-5 centimetri di larghezza. I suoi fiori sono larghi tra 6 e 7 centimetri e sono gialli, verdi o rosa.. Il frutto è ovoidale, verde, giallastro o bruno e misura 3-4 centimetri.

Epiphyllum crenato

L'Epiphyllum è una pianta conosciuta come signora della notte

Immagine - Wikimedia / Sadambio

El Epiphyllum crenato è la specie da cui proviene la grande maggioranza, se non la totalità, degli ibridi di Epiphyllum che vengono commercializzati. I suoi steli sono piatti e misurano fino a 60 centimetri di lunghezza per 6-10 centimetri di larghezza. I fiori sono bianchi e grandi, poiché misurano 15-20 centimetri di diametro.

Epiphyllum ossipetalo

L'Epiphyllum oxypetalum è un cactus epifita

Immagine - Wikimedia / Alastair Woods Photography

El Epiphyllum ossipetalo È una specie autoctona dell'America Centrale, con fusti lunghi circa 40 centimetri per 1-10 centimetri di larghezza. Produce fiori bianchi e profumati fino a 25 centimetri di diametro e frutti rossi di forma ovoidale.

Epiphyllum pumilum

Gli Epiphyllum sono cactus che vivono per diversi anni

Immagine - Flickr / epiforum

El Epiphyllum pumilum è una specie naturale del Messico, Belize e Guatemala. Sviluppa un fusto primario lungo fino a 150 centimetri, e altri secondari lunghi tra 10 e 60 centimetri. I fiori hanno un diametro compreso tra 10 e 15 centimetri, bianchi e profumati. Il frutto ha uno spessore di circa 2,5 centimetri.

Quali sono le cure che devono essere loro riservate?

Gli Epiphyllum sono cactus che crescono bene in luoghi dove c'è molta luce naturale, e dove sono protetti dalle basse temperature. Trattandosi di piante tropicali, è importante evitare di esporle al freddo e, soprattutto, al gelo.

In ogni caso, di seguito vi diciamo quali sono le cure di base che consigliamo di fornire loro:

Posizione

L'Epifillo Devono essere in una zona luminosa, ma non deve brillare direttamente su di loro. Le piante migliori sono quelle in mezz'ombra e quelle che ricevono luce filtrata.

Terra

  • Vaso di fiori: va riempito con substrato per cactus, oppure fare una miscela con torba e perlite (in vendita qui) con un po' di lombrichi in parti uguali.
  • Giardino: il terreno deve essere leggero, e deve avere anche un buon drenaggio. Non c'è peggio per Epiphyllum che crescere su terreni compatti, poiché in essi le radici non possono respirare normalmente.

irrigazione

Devono essere annaffiate in media 2 volte a settimana in estate e 1-2 volte a settimana il resto dell'anno. Si consiglia di utilizzare l'acqua piovana quando possibile, ma se piove poco nella tua zona, puoi usarla purché sia ​​​​morbida.

Ad ogni modo, quando innaffi non devi bagnare il cactus, solo il terreno. Cioè, devi innaffiare dall'alto e non dal basso o per immersione. Va annaffiato dal basso solo se il terreno è molto, molto secco, e vedi che quando ci versi sopra dell'acqua, non viene assorbita.

Abbonato

L'Epiphyllum è un cactus a fiore grande

Immagine - Wikimedia / Jim Evans

L'Epifillo da pagare da marzo/aprile a settembre/ottobre nell'emisfero nord, in coincidenza con la primavera e l'estate. Potrebbe durare anche fino a novembre in luoghi dove possono esserci gelate ma sono deboli e tardive (gennaio/febbraio), come ad esempio nella regione mediterranea.

Cosa usare per pagare? Ebbene, visto che i frutti si possono mangiare, consigliamo di utilizzare concimi autorizzati per l'agricoltura biologica, e questi sono: letame, guano, lombrichi (in vendita qui), ... e qualsiasi altro che provenga da animali e/o vegetali, come l'estratto di alghe (sebbene se avete intenzione di usarlo, usatelo con moderazione perché è molto alcalino).

Moltiplicazione

Queste piante si moltiplicano per talea e per seme in primavera:

  • Talee: i segmenti di stelo desiderati vengono tagliati e piantati in vasi individuali con terra di cactus. Per farli radicare più velocemente è possibile impregnare la base con ormoni radicanti, ma non sono realmente necessari. Avranno le loro prime radici dopo circa 14 giorni.
  • semi: i semi vengono seminati in vasi con terriccio per cactus (in vendita qui), e vengono lasciati in un luogo luminoso, vicino a una fonte di calore. Germineranno in una decina di giorni.

Rusticità

Sono sensibili al freddo. La temperatura minima che supportano è 5 ° C.

Cosa ne pensi dell'Epiphyllum?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Mercedes quiroz suddetto

    Le informazioni sono molto interessanti!

    1.    Monica sanchez suddetto

      Grazie Mercedes