Barile Biznaga (Ferocactus stainesii)

Il Ferocactus stainesii ha spine rosse

Immagine - Wikimedia / [H. Zell]

El Ferocactus Stainesii Potrebbe benissimo essere la pianta a cui molte persone pensano quando sentono pronunciare la parola "cactus". Non è molto grande, ma il suo fusto è ricoperto da spine molto affilate e lunghe, che possono fare molti danni se ci si perde. Bisogna infatti fare attenzione anche da piccoli, quindi si consiglia di piantarlo il prima possibile in giardino.

Ma va anche detto che sono proprio le sue spine e la forma che assume sono le caratteristiche che le donano quella bellezza che più di uno vuole poter contemplare ogni giorno. Questo è quasi certamente il motivo per cui è uno dei cactus più frequentemente tenuti nelle collezioni.

Origine e caratteristiche di Ferocactus Stainesii

Il Ferocactus stainesii è un cactus globoso

Immagine - Wikimedia / Norbert Nagel

È una specie di cactus globoso (anche se col tempo diventa alquanto colonnare) originario del Messico, nello specifico si trova ad un'altitudine di circa 1000 e 2400 metri sul livello del mare, su pendii e pianure. È popolarmente noto come biznaga a botte, e può raggiungere un'altezza di 3 metri, con uno spessore di circa 40-60 centimetri. Il suo corpo, cioè il fusto, è composto da 13 a 20 costole. Presenta spine lunghe, fino a 4 centimetri, di colore rosso intenso.

Anche i fiori sono di circa 4 centimetri, anche se di solito non si aprono completamente poiché le spine lo impediscono. Questi sono gialli o rossi. Il frutto è ovoidale, giallo e al suo interno sono presenti numerosi semi piccoli, neri o marrone chiaro.

El Ferocactus Stainesii è una specie vulnerabile all'estinzionePertanto, è incluso nella Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione di fauna e flora selvatiche o CITES (Appendice II), e nella lista rossa dell'IUCN (Unione internazionale per la conservazione della natura).

Quali sono le cure da prestare?

Indipendentemente da ciò, questo è un cactus abbastanza commercializzato. E cresce velocemente, ma si moltiplica bene anche per seme. Inoltre, non richiede cure particolari. Tuttavia, per mantenerlo in buone condizioni è importante tenere conto delle sue esigenze fondamentali:

Clima

La botte biznaga è una succulenta che vive nelle regioni semiaride del Messico, dove le temperature possono salire fino a 40 gradi Celsius e dove si verificano sporadiche deboli gelate. Cresce anche in zone soleggiate.

Posizione

Quando ricevi la tua copia, devi dare un'occhiata a dov'era nell'asilo: se era in pieno sole, puoi metterlo in un luogo soleggiato non appena vai in giardino o patio; altrimenti l'ideale sarebbe averlo in una zona luminosa ma protetta dal re delle stelle.

In quest'ultimo caso, inoltre, dovrai abituarlo poco alla volta e gradualmente alla luce solare diretta.

Terreno o substrato

  • Vaso di fiori- In genere un buon mix standard è il seguente: 50% torba nera + 50% perlite. Ma se l'umidità nella tua zona è molto alta, ti consiglio di averlo nella guancia, poiché questo riduce il rischio che le sue radici marciscano.
  • Giardino: il terreno deve essere leggero, poroso, calcareo e deve avere un buon drenaggio.

irrigazione

È una pianta che resiste alla siccità, ma fino a un certo punto. Se è un esemplare giovane ed è in vaso, dovrà essere annaffiato circa 2 volte a settimana durante i mesi di caldo e scarse precipitazioni. Al contrario, un esemplare adulto e acclimatato che si trova in giardino richiederà solo annaffiature occasionali durante tutto l'anno.

Ad ogni modo, ogni volta che lo innaffi, devi bagnare il terreno, non la pianta. Se è in una pentola, deve avere dei buchi alla base in modo che l'acqua possa fuoriuscire.

Abbonato

Dall'inizio della primavera alla fine dell'estate puoi pagare il tuo Ferocactus Stainesii con un fertilizzante di cactus. Ma segui le indicazioni che troverai sulla confezione del prodotto, altrimenti potresti aggiungere altro del prodotto appropriato. Se ciò accadesse, le radici verrebbero danneggiate e, con esse, la pianta comincerebbe ad avere un brutto aspetto.

Moltiplicazione

Si moltiplica per seme in primavera-estate. È meglio seminare non appena sono pronte (metà/fine estate) poiché questo è il momento in cui la probabilità che germoglino è più alta.

Per seminarli bisogna riempire un vassoio con dei piccoli fori alla base con substrato universale misto a perlite in parti uguali, o vermiculite. Metti i semi sulla superficie e stendi uno strato molto sottile di substrato sopra.

Quindi, devi posizionare un piatto sotto il vassoio e riempirlo d'acqua in modo che la terra sia inumidita. Fallo di nuovo ogni volta che vedi che è asciutto.

Infine, posiziona il vassoio all'esterno, in una zona soleggiata. In questo modo germoglieranno in circa 15 giorni.

trapianto

È un cactus che, se teniamo conto delle sue caratteristiche, va piantato nel terreno il prima possibile. Sebbene sia una piccola "pallina" fino a 20 centimetri, può essere conservata in un vaso, ma poi il trapianto inizia a essere pericoloso.

Il momento migliore per piantarlo nel terreno è il primavera, quando il rischio di gelate è stato superato.

Rusticità

El Ferocactus Stainesii resistere fino a -3ºC.

Ne avete in collezione?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.