Matucana madisonorum

La Matucana madisoniorum è un cactus globoso

Immagine - Wikimedia / Petar43

La Matucana madisonorum È un piccolo cactus ideale per i principianti. È molto resistente alla siccità, ma non così resistente alle inondazioni, quindi non deve essere annaffiato molto frequentemente.

Se parliamo del suo tasso di crescita, è piuttosto lento. Possiamo comprare una pianta in un vaso di 5,5 cm di diametro, piantarla in altri 8,5 cm e dimenticarci di trapiantarla di più per almeno quattro o cinque anni. Ma, Come viene curato questo cactus?

Origine e caratteristiche di Matucana madisonorum

I fiori della Matucana madisoniorum sono rossastri

Immagine - Wikimedia / msscacti

La Matucana madisonorum È un cactus endemico dell'Amazzonia peruviana. Appartiene al genere Matucana e alla tribù Trichocereeae, poiché ha caratteristiche genetiche molto simili ad altri cactus come Echinopsis, Espostoa o Rebutia, tra gli altri. Il suo fusto è globoso, e negli anni diventa un po' colonnare ma non supera mai i 20 centimetri di altezza oi 15 centimetri di diametro..

Non ha foglie, come la maggior parte dei cactus, ma ha areole da cui spuntano fino a cinque spine biancastre o bruno-nerastre. Questi si sviluppano leggermente in pendenza e sono lunghi fino a 3 centimetri. I fiori sono a forma di imbuto, rossastri o biancastri e hanno un diametro compreso tra 4 e 5 centimetri.. I frutti sono sferici e misurano 2 centimetri.

È in pericolo critico.

Quali sono le cure che devono essere fornite?

La Matucana madisonorum È una pianta che quasi, si potrebbe quasi dire che si prende cura di sé. Non devi essere molto consapevole di lei perché è proprio questo che può farla ammalare. Ora, dalla mia esperienza, non è così facile prendersi cura di un Echinocactus grusonii per esempio, poiché il nostro protagonista ha bisogno di sì o di sì che la terra abbia un ottimo drenaggio.

Le sue radici non sopportano il ristagno, anche se puntuale e di breve durata, quindi è importante cercare di scegliere il substrato o il terreno in cui verrà coltivato. Vediamo questo più in dettaglio:

Posizione

Matucana madisoniorum può dare fiori bianchi

Immagine - Wikimedia / Dornenwolf

Si consiglia vivamente di averlo all'esterno. Deve dargli direttamente il sole, ma prima è importante che ci abituiamo poco a poco per evitare che si bruci. Durante un periodo di sette giorni, lo metteremo 1-2 ore al giorno in pieno sole -la mattina presto o il tardo pomeriggio-. Nelle prossime settimane aumenteremo questo tempo di esposizione di mezz'ora o un'ora/sette giorni.

Un'altra opzione possibile è coltivarla in casa, purché si disponga di una lampada che stimoli la crescita delle piante, come questa che vendono. qui.

Terreno o substrato

  • Vaso di fiori: è importante che il substrato sia sabbioso, leggero, e abbia un ottimo drenaggio. Non ha bisogno di essere ricco di sostanze nutritive, poiché queste possono essere fornite con un fertilizzante. Pertanto, puoi scegliere di piantarlo in pomice al 100% (in vendita qui), o 70% akadama (in vendita qui) con il 30% di kiryuzuna (se non riesci a procurarti akadama, ti serviranno mattoni di ceramica ben tritati o anche ghiaia spessa 1-3 mm).
  • Giardino: se vuoi avere il Matucana madisonorum In giardino, si consiglia di fare un buco di circa 40 x 40 cm e riempirlo con una miscela di substrati che abbiamo menzionato prima.

irrigazione

L'irrigazione deve essere bassa, ma deve essere fatta bene. Cioè, devi essere chiaro sulla differenza tra annaffiare e versare acqua: l'irrigazione ha lo scopo di idratare la pianta, e per questo è importante che tutte le sue radici siano idratate. Ma se aggiungi solo un po' d'acqua, si inumidirà solo la superficie del substrato, non le radici che sono più in basso; al che il cactus potrebbe seccarsi e morire.

Devi anche evitare l'altro estremo: l'eccesso di acqua. E questo include mettere un piatto sotto di esso e / o piantarlo in un vaso senza buchi. Le radici non vogliono essere allagate. Ogni volta che si innaffia, l'acqua che non viene assorbita deve uscire dai fori di drenaggio, altrimenti marciranno.

Ma ogni quanto annaffiare? Ogni volta che il substrato si asciuga completamente. Ciò significa che verrà annaffiato in media 2 volte a settimana durante l'estate, ma ogni 10-15 giorni il resto dell'anno. In inverno le irrigazioni devono essere più distanziate, soprattutto in presenza di gelate.

Abbonato

È necessario pagare il Matucana madisonorum durante la primavera e l'estate, e di più se coltivato in substrati privi di nutrienti o con pochissimi di essi. Se si nutrisse solo di acqua, alla fine si indebolirebbe, e parassiti e malattie lo attaccherebbero. Per evitare ciò, è importante pagarlo con un fertilizzante liquido specifico per cactus (in vendita qui). Segui le istruzioni per l'uso in modo che le tue radici possano ottenere la quantità di compost di cui hanno bisogno.

Moltiplicazione

Matucana madisoniorum è un cactus a crescita lenta

Immagine - Wikimedia / Petar43

Si moltiplica per seme in primavera. Alcuni esemplari, in particolare quelli più anziani, tendono a produrre fusti che possono essere separati e piantati in primavera-estate.

trapianto

En primavera. Se vuoi piantare in un vaso più grande, conviene aspettare che abbia radicato bene in quello che già possiedi, e trapiantarlo ogni 3 o 4 anni.

Rusticità

Per esperienza, posso dirti che resiste a gelate deboli e specifiche fino a -1ºC, che è ciò che accade nella mia zona ogni anno a febbraio. Cercando in Internet, in alcuni posti Si dice che supporti fino a -3'8ºC.

Cosa ne pensi di questa pianta?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.